logo

Collocazione: S.2 (In esposizione - Sala 5. Altro esemplare: S.411/1)

Riproduzioni
 Digitale:  Museo internazionale e biblioteca della musica 
 Paris, Bibliothèque nationale de France        Fotocopia: FC.S.2      Microfilm n.: 0197 , 3318

 Cavazzoni Girolamo, bolognese
 Intavolatvra, cioè Recercari Canzoni, Himni magnificati (sic) composti per Hieronimo de Marcantonio da Bologna, detto d'Urbino. Libro Primo. Co'l Priuilegio dell'Illustrissimo Senato Veneto, per Anni X. - Di carte 27, in 4° obl.

Non v'ha nome di Stampatore, anno e luogo dell'impressione; ma dalla dedicatoria apprendesi che uscì questo rarissimo libro in Venezia del 1542; e pare dai tipi musicali di Silvestro Ganassi del Fontego. A tergo del frontispizio avvi la seguente dedicatoria: All'Illustrissimo et Reverendissimo Signore il Cardinal Bembo; Devotissimo Servidor Girolamo Cavazzoni da Bologna fa humil riverenza. Essendo io per mia gran ventura nato no fatto sereidore (sic) e flgliozzo di uostra Illustriss. et Reuerendiss. Signoria, per essere figlio di M. Marcantonio da Bologna, detto d'urbino, copare e servidor di quella, antichissimo e devotissimo; Tosto che pensai di fare stampar queste primitie della inia giovinezza, pensai parimente, di stamparn (sic) cosecrarle al nome di Lei. Giudicando non poter senza grave mio carico; no mandar fuori e miei parti sotto quelli auspicii, sotto e qvali fusse venuto in luce io meidesimo. E come che, trattandosi pur in quest'opera d'armonia et di consonanza, mi paresse diaonante e disconvenevole, Primo che io bassissimo & anchor quasi fanciullo, osasse uolger gliocchi a tanta altezza, & a tanta maturità e giudicio, & appresso, che quest'opera, ssendo di musica prattica istrumental e comune e dozinale, deuesse coparir dinanzi a quel cospetto, dove no si uede ne ode cosa; che ad esquisita, rara et sublime scienza no appartenga, considerato nondimeno dall'altro lato, che l'Armonia è vn aguagliamento di disegnaglianza, & che essendo debita a lei ogni mia fatica meco insieme; se le doueuano anche quelle della mia giovinezza & considerato medesimamente, che essendo vostra lllustriss. & Reuerendiss. Signoria fra tutti gli altri Signori il segno e la mira.; Doue ciò che ha noine di uirtu a di scienza riguarda e s'acqueta: Mi risoluei no disconuenirsi a fato; che questa mia fatichuccia, che pur trahe radici da scienza lodata e seguita venisse in schiera colle molte altre megliori, che tutto di se le cosagrano, con quanta si puo maggior rinerenza, a bacciarle le inani. Riceua dunque vostra lllustriss. & Reverendiss. Signoria quella inia picciola ma deuotissima obiatione; et gradisca benigna e serena (come suole) il proposito mio; non potendo gradire il successo: e sopratutto dagni tener sotto l'ali della sua protettione all'usato, mio Padre et me, suoi deuotissimi e fedelissimi servidori si come noi con tutta la casa nostra, sempre stiamo humilmente pregando la divina clemenza, per la preseruatione, e perpetua felicità di lei. Il dì XXV di Novembre. Nel XLII da Venetia. Apprendiamo da questa dedicatoria che l'autore fu figlio di Marcantonio Cavazzoni da Bologna e figliozzu del Cardinal Bembo, a' cui servigi trovavasi ed egli medesimo e il di lui padre che questa fu la prim'opera da esso data alle stampe, essendo in giovanissima età. Le parole ancor quasi fanciullo possono a un' incirca farcelo credere di diciotto o vent' anni al più, cosicchè fisserebbesi la sua nascita fra il 1522 e il 1524. Nella libreria del doni si citano dei Ricercari di Antonio da Bologna, senza dubbio il padre del nostro girolamo; e quindi sarebbe stato pur Marcantonio Cavazzoni compositor di musica. Questi è più volte menzionato nell' epistole di Gio. Spataro, e da esse ricavasi che Marcantonio dimorava in Venezia, come il Bembo suo padrone. Ignoriamo il perchè fosse soprannominato d'urbino.
L' opera sopraccitata consta di carte 27, non numerate. Ecco un saggio della impressione (pagina ultima) o per dir meglio dell' intavolatura, facendo come per incidenza riflettere che nel Dizionario del Dottor Lichtenthal non è interpretata la parola Intavolatura nel significato con cui l'adoperavano gli antichi [segue esempio]. Francesco Caffi nella sua Storia della musica sacra nella già Cappella Ducale di S. Marco in Venezia, T. 1.,pag. 99. ci fa sapere che Marcantonio Cavazzoni era Cantore in quella Cappella, avendo ciò rinvenuto nei Testamenti di Adriano Willaert, al quale era ben affetto il detto Cavazzoni padre del qui citato Girolamo. Di Girolamo Cavazzoni avvi un Ricercare a car. XX della Musica nova accommodata per cantar et sonar sopra organi et altri strumenti, composta per diversi eccellentissimi musici. In Venezia al segno del pozzo, MDXL, in 4 obl. Notisi che a compimento dell' ultimo quaderno manca una carta, dove forse fu impresso il luogo e l'anno della stampa. Però l'ultima carta è bianca nel verso.

Nomi: Cavazzoni, Girolamo.   
Editori: Ganassi, Sylvestro di.    Vitali, Bernardino.   
 
Catalogo della Biblioteca del Liceo Musicale di Bologna: IV, p. 37  RISM A/I : C-1571          
Antiche collocazioni: 2828 (catalogo Sarti, circa 1840)  
ID: 10722      Segnalazioni (errori nella scheda, suggerimenti bibliografici ecc.)


LEGENDA  
[] Integrazioni a cura del Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna   * Dopo il numero di repertorio indica una discrepanza tra la consistenza indicata e quella effettiva
{} Integrazioni tratte dalle schede manoscritte di G. Gaspari   _ carattere utilizzato per trascrivere i segni di abbreviazione

Teoria musicale Musica vocale sacra Musica vocale profana Musica strumentale Libretti

© 2022 Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna