logo

Collocazione: R.275
Unità: 3

Riproduzioni
 Digitale:  Museo internazionale e biblioteca della musica  (ESTRATTO)
 London, The British Library   Roma, Biblioteca Casanatense       Microfilm n.: 1439

 Autori diversi
 Raccolta del P. Giovenale Ancina. Tempio Armonico della Beatissima Vergine N. S. fabricatoli per opera del R. P. Giouenale A. P. della Congreg. dell'Oratorio. Prima Parte à Tre uoci stampata in Roma da Nicolò Mutij 1599. - in. 4°. Primo Soprano, Secondo Soprano, e Basso. In tutto opuscoli tre. (Col frontispizio intagliato in rame). {La parte del Secondo Soprano trovasi anche duplicata fra i mancanti del Liceo}

Ognuno dei tre volumi che compongono questa raccolta ha dedicatorie, prefazioni e discorsi diversi dell'Ancina. In uno di questi della parte del primo Soprano così troviamo scritto: «A Laici, ò Secolari qui non parlo, per non esser ne luogo ne tempo; ma sì ben forsi altroue più oportunamente nel Discorso ch' io vò tuttauia tessendo della vera, & perfetta Musica Christiana». Poscia alla + 3. del 2° Soprano: «Mentre staua godendomi del profondo silentio, & dell' alta contemplatione delle Bellezze Celesti in sì remota e tranquilla solitudine, eccitato per intervalli vicendeuolmente dalla dolcissima salmodia, & Angelico concento di quei Reuerendi Padri (di Monte Vergine fuori di Napoli) buoni servi di Dio, & cari figli del Beato Guglielmo da Vercelli Fondator dell' Ordine, & compaesano mio, mi venne in cuore la fabrica di questo nostro Tempio Armonico da consecrarsi alla B. V. à cui m'astrinsi con voto espresso di douerlo spedire quanto prima puotessi ...». Nella parte del Basso più cose sono da notarsi, e qui appresso tutte le trascriviamo: (b. 2 tergo) «Ma di questo mi riserbo à trattar più à lungo in vn Discorso, ch'io vò tuttauia componendo della uera, et perfetta Musica Christiana. In questo mentre uien fuori in luce il presente nuovo Tempio armonico ... che sarà la Prima parte, et come preludio di tutta quell' Opra Armonica Maggiore da me cominciata à ordirsi già sin dall' anno Santo Giubileo passato 1575. & in progresso di 24. anni seguenti di mano in mano venuta tessendosi à poco à poco, se ben con molte, et lunghe intermissioni elaborata, per quanto da huomo concerato al Diuin seruitio, & in diuerse funtioni Ecclesiastiche più graui occupatissimo moralmente aspettar si puotesse: con ferma speranza, & dritta intentione che fusse in qualche tempo più commodo & opportuno per seruirmi alla Riforma della Musica in gran parte deformata, & contaminata hoggimai di tanta lasciuia, e sporchezza che più non si può dire, et è cosa miserabile solo il pensarlo ...». (E più avanti): «L' intento mio era, che hauesse à seruir quest' opra et fatica mia per Monasteri, per Collegi, per Seminario, per Nouiziati, per Oratori, per Dottrine cristiane, & anco per honesta ricreatione di molti Religiosi claustrali, & altri, Clerici e Monaci di diuersi ordini Regolari & secolari, i quali sotto pretesto di ricrearsi con la Musica a tempi e luoghi determinati, passando i termini dell'honestà, & dando in dissolutione, sogliono bene spesso cantar, & suonar cose lasciue, dishoneste, & scandalose, iscusandosi con dire, che non hanno copia di canti spirituali à gusto loro. E quando pur ad altri non sia per giouare, seruirà almeno per l' Oratorio nostro priuato della sera, & al publico di S. Onofrio & della Rotonda i giorni festiui nei maggior caldi della state; & parimente per piaceuole studio & diporto de' fratelli nostri Nouitij di Roma e Napoli ...». (E al foglio C tergo): «Io per me non posso negar con uerità d' essermi negli studj più graui lungo tempo esercitato dopo le scienze secolari di Filosofia, Matematica, & Medicina riuoltomi in tutto alla Theologia Scolastica, & Positiua, oltre l' essermi per ispatio già di 20. anni decorsi tra Roma e Napoli, impiegato in continui eserciti spirituali, alternati però à vicenda trà leggere, disputare, confessare, & sermoneggiare, conforme all' Instituto, ordine, e stile dell' Oratorio nostro, della cui Congregatione (benchè indegnamente) la Dio mercè, viuo, ancorchè debole e disutil membro hoggidì mi trouo». (E finalmente nei Breui Ricordi agli onesti, diuoti, pii, e modesti Cantori): «Esce fuori in luce per hora di questo Tempio solamente la prima parte à 3. uoci, per non far riuscir il volume di smisurata grandezza & per conseguente poi troppo graue, noioso, e scomodo al cantarsi. Così dunque per maggior comodo di ciascuno il diuiderlo in 3. parti: delle quali sarà la seconda à 4. & 5. voci, la 3. & ultima à 6.7. 8. 9. 10. & 12. & dopo questa prima seguiranno l' altre due immediate sin che sia tutta l' opra come si deve interamente compita. Ne perciò deurà questa prima parte à 3. voci sole stimarsi dell' altre meno, auengachè molto più facil cosa è il giuntarsi insieme 3. cantori, che 4. 5. o 6. o più voci buone, scelte, & sicure: per inopia e difetto delle quali si resta spesse volte di cantare: nè ponno per tal cagione molti prendersi honesta ricreatione & diporto ...».
Il ritratto dell' Ancina in disegno col lapis trovasi nel Liceo di Bologna, ed è forse copiato dalla stampa che si vede in quest' opera dove è rappresentato genuflesso, mentre presenta alla B.V. il libro delle Laudi da lui raccolte.
Ecco l' indice degli autori: Animuccia Giovanni - Canzoni N. 1, a pag. 2. Soto P. Francesco - N. 11, alle pag. 3. 24, 25, 29, 30, 39, 85, 88, 94, 105, 140. Abbate Romano - N. 1, a pag. 5. (Belletti Jacopo V. Santini Mat. Picen.) Abbate Pitigliano - N. 2, a. pag. 6 e 59. Don Remigio - N. 11, alle pag. 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 106 e 107. Abbate Napolitano - N. 1. a pag. 16. Dentice Scipione - N. 4, alle pag. 17, 36, 57 e 60. Roccia Vespasiano Napolitano - N. 4, alle pag. 18, 19, 50 e 80. Roccia Francesco - N. 1, a pag. 84. Roy Bartolomeo - N. 2, a pag. 22 e 77. Nanino Gio. Maria - N. 4, alle pag. 23, 66, 91 e 113. Nanino Belardino - N. 1, a pag. 117. Macque Giovanni - N. 1, a carte 26. Montemayor Cristoforo - N. 2, a car. 27 e 95. Scipione Calabrese - N. 2, a car. 33 e 141. Giovanelli Ruggiero - N. 2, a car. 35 e 58. Montelli Mico - N. 6, a car. 37, 53; 54, 72, 73 e 90. Santini Prospero - N. 1. a car. 46. Crivelli Arcangelo - N. 2, a car. 47 e 48. Teofilo Romano - N. 1, a car. 49. Quagliati Paolo - N. 2, a car 64 e 92. Annibale Marchese Napolitano - N. 1, a pag. 67. Spalenza Ortensio - N. 3, alle pag. 73, 74 e 75. Arnoldo Fiamengo - N. 1, a car. 76. Marenzio Luca - N. l, a car. 83. Narducci Benedetto - N. 1, a car. 86. Fra Marc'Antonio da S. Germ.° Minor Conv.le - N. 1, a car, 87. Anerio Felice - N. 1; a car. 96. Anerio Gio. Francesco - N. 3, alle pag. 120, 142 e 153. Melli Rinaldo (forse Del Mel) - N. 1, a car. 97. Isorelli Dorizio - N. 4, alle pag 102, 103, 104 e 151. Dragone Gio. Andrea - N. 1, a car. 110. Papini D. Paolo - N. 2, alle pag. 126 e 139. Martini Francesco Fiamengo - N. 2, alle pag. 127 e 152. Nouelli Fulvio - N. 1, a car 130. Boyleau Simone - N. 1, a car. 133. Cavi (Da) Fra Paolo Agostiniano - N. 1, a car. 137. Ancina P. Giovenale - N. 5, alle pag, 146, 147, 148, 149 e 150. Soriano Francesco - N. 1, a pag. 155.
N. B. La maggior parte di queste musiche è tolta da canzoni profane.

Nomi: Abbate.    Abbate Pitigliano.    Abbate Romano.    Ancina, Giovanni Giovenale.    Anerio, Felice.    Anerio, Giovanni Francesco.    Animuccia, Giovanni.    Annibale: marchese.    Boyleau, Simon.    Calabrese, Scipione.    Cavi, Pietro Paolo da: OSA.    Crivelli, Arcangelo.    Del Mel, Rinaldo.    Dentice, Scipione.    Don Remigio.    Dragoni, Giovanni Andrea.    Fiamengo, Arnoldo.    Giovannelli, Ruggero.    Isorelli, Dorizio.    Le Roy Bartholomeo.    Macque, Giovanni de.    Marc'Antonio: frate.    Marenzio, Luca.    Martini, Francesco.    Montelli, Mico.    Montemayor, Cristoforo.    Nanino, Giovanni Bernardino.    Nanino, Giovanni Maria.    Narducci, Benedetto.    Novelli, Fulvio.    Papini, Paolo.    Quagliati, Paolo.    Roccia, Francesco.    Roccia, Vespasiano.    Romano, Teofilo.    Santini, Prospero.    Soriano, Francesco.    Soto, Francesco.    Spalenza, Ortensio.   
Editori: Mutii, Nicolo.   
 
Catalogo della Biblioteca del Liceo Musicale di Bologna: II, pp. 348-349  RISM B/I : 1599-06=A-1034=S-3998          
Antiche collocazioni: 2220 (catalogo Sarti, circa 1840)  
ID: 5897      Segnalazioni (errori nella scheda, suggerimenti bibliografici ecc.)


LEGENDA  
[] Integrazioni a cura del Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna   * Dopo il numero di repertorio indica una discrepanza tra la consistenza indicata e quella effettiva
{} Integrazioni tratte dalle schede manoscritte di G. Gaspari   _ carattere utilizzato per trascrivere i segni di abbreviazione

Teoria musicale Musica vocale sacra Musica vocale profana Musica strumentale Libretti

© 2015 Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna