logo

Collocazione: R.252
Unità: 5

Riproduzioni
 Digitale:  Museo internazionale e biblioteca della musica 
     Microfilm n.: 0550 , 5975

 Autori diversi
 Corona di dodici sonetti di Gio. Battista Zuccarini alla gran Duchessa, di Toscana Posta in Musica da Dodici Eccellentiss. Auttori a Cinque Voci. - In Venetia, Appresso Angelo Gardano 1586. - in 4°. Canto, Tenore, Alto, Basso e Quinto. In tutto opuscoli cinque. (Ecco la dedicatoria):

All' illustri Signori Donato Baglioni, et Roberto Strozzi miei Signori osseruandissimi.
Havendo io, Illustri Signori, questi anni à dietro nelle celebrate nozze della Serenissima Gran Duchessa di Toscana, tessuto una Corona non di rose, ò di gigli che tosto languiscono, ne d' argento ò d' oro, perchè io non hò tanto potere, ma di dodici sonetti, per adornarne non il capo, ma i meriti di cosi suprema signora, et essendosi poscia, dodici de più pregiati Musici del nostro secolo, innamorati di cotai versi, non per la roza opera (che è il mio stile) ma per la pretiosa materia, (che sono i pregi d' una tanta signora) gli adornorno de lor celesti concenti, e gli fecero mutar qualità, come i frutti acerbi conditi in dolce conserua diuengon dolci, onde cotal Corona non potrà più riceuere oltraggio dalla mano del tempo, la quale come parea da me lauorata di ruuidissime scaglie, cosi hora in virtute dell'accoppiata Musica, essendosi mutata in lucidissime stelle, ben meriterà di cingere l' honorata testa di cosi gran Duchessa, ben meriteuole d'andarne cinta, come della stellata Corona fu meriteuole la deificata Adrianna, perciò douendosi questa corona mandare in luce emmi paruto conueneuole, e sicuro il raccomandarla all' Illustre SS. VV. come à più deuoti, et affettionati c' habbia questa lor sourana Signora, ne mi parue di separare le SS. VV. ma di scriuer loro giuntamente, perche Periteo non si separaua da Theseo, et perche in voi due viue vn sol core, e vn solo spirto spira, siche se le SS. VV. sono due al parere son poi vno al volere, ne si puo fauellare, ò donare ad vno, che non si fauelli, e doni anche a l'altro, anzi sete due in vn solo; Prendano dunque lietamente questa Corona, non tanto per me, che vi posi le parole o i concetti, quanto per coloro che u' aggiunsero la musica, e i concenti, per colei che la deue riceuere in dono, e con questo le bacio le mani augurandoli dal cielo il compimento de suoi nobilissimi pensieri.
Di Venetia il dì 30 Aprile 1586.
Delle SS. VV. Illustre Deuotiss. serv. GIO. BATTISTA ZUCARINI da Feltre.
Questa raccolta, è citata dal Baini nel t. II pag. 184 e segg.
Le composizioni sono di Claudio Merulo - Andrea Giabrieli - Vincenzo Bell' hauer - Filippo de Monte - Luca Marenzio - Gio. Maria Nanino - Gianetto Palestrina - Constanzo Porta - Gio. Battista Mosto - Lelio Bertani - Giovanni Gabrieli e Horatio Vecchi.

Nomi: Bell'haver, Vincenzo.    Bertani, Lelio.    Gabrieli, Andrea.    Gabrieli, Giovanni.    Marenzio, Luca.    Merulo [Merlotti], Claudio.    Monte, Philippe de.    Mosto, Giovanni Battista.    Nanino, Giovanni Maria.    Palestrina, Giovanni Pierluigi da.    Porta, Costanzo: OFMConv.    Vecchi, Orazio.   
Editori: Gardano, Angelo.   
 
Catalogo della Biblioteca del Liceo Musicale di Bologna: III, pp. 28-29  RISM B/I : 1586-11          
Antiche collocazioni: 2138 (catalogo Sarti, circa 1840)  
ID: 7164      Segnalazioni (errori nella scheda, suggerimenti bibliografici ecc.)


LEGENDA  
[] Integrazioni a cura del Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna   * Dopo il numero di repertorio indica una discrepanza tra la consistenza indicata e quella effettiva
{} Integrazioni tratte dalle schede manoscritte di G. Gaspari   _ carattere utilizzato per trascrivere i segni di abbreviazione

Teoria musicale Musica vocale sacra Musica vocale profana Musica strumentale Libretti

© 2022 Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna