logo

Collocazione: R.285

Riproduzioni
 Digitale:  Museo internazionale e biblioteca della musica 
     Microfilm n.: 1404

 Baccusi Ippolito
 Di Hipolito Baccusi da Mantoua maestro della musica dalli Illustri Signori di Spilimbergo Il Secondo Libro de Madrigali à sei voci. Con una Canzone nella gran Vittoria contra i Turchi. Nvovamente posti in luce. - In Vinezia, appresso Girolamo Scotto, 1572. - in 4°. Avvi la sola parte del Basso. (A. tergo del frontespizio leggesi la seguente dedicatoria):

Alli Illustrissimi Signori Academici Philarmonici di Verona.
Ciascuna cosa dee havere proportione, et decoro. & chiunque ciò non mira nelle sue attioni, s' inganna, et pecca. Se alcuno fosse che nel donare ciò non si prupunesse, non è dubbio che meriterebbe esser biasimato. Chi facesse ad vn'Achille, ò ad vno Aiace doni di ghirlande di fiori, et ad vna Helena donasse spade, et arme di guerra, reuscirebbe ridicolo. Come potrebbe schiffare la riprensione colui, che fuor del conuenevole disputasse della militia appresso vn' huomo religioso, et santo, et in una compagnia di vaghe, e belle donne ragionasse più tosto di Philosophia che dell'amore? In questo errore non credo io al presente esser caduto nella elettione delle persone, alle quali mi è piacciuto donare questi miei Libri di compositioni musicali, hauendomi proposto, et eletto quelli che più d' ogni altri si dilettano, e admirano la musica tanto preggiata dalla vostra academia, alla quale è piaccito di dare nome tale, che dimostra quanto ella si di letta di questa arte nobilissima, hauendo voluto nominare i suoi Academici Philarmonici. Trattando io dunque di armonie, et di canti, anzi non essendo altro le mie compositioni che armonia, et canto, à quelli, li quali sopra tutte le altre cose di essi si dilettano, mi è apparso farne vn dono, tal quale egli si sia. Et perche gl'anni passati conobbi non esserui state discare le mie compositioui, et fatiche nel tempo ch' io stetti costì in santa Euphemia, maggiormente mi disposi à ciò fare. Et se mi verrà fatta cosa, che io possa giudicare degna di questa nobilissiuin et virtuosissima Academia, non trapasserò, che con tutte le forze mie, come che siano deboli, non m' ingegni, et non procacci d' honorarla.
Di V. S. Affetionatissimo seruitore HIPOLITO BACCUSI da Mantoua.
Il Baccusi prima del 1572 fu in Verona, pare maestro di Cappella in S. Eufemia. {Nel 1597 tornò di nuovo in quella città sostenendo la carica di maestro nella Cattedrale}

Nomi: Baccusi, Ippolito: OSA.   
Editori: Scotto, Girolamo.   
 
Catalogo della Biblioteca del Liceo Musicale di Bologna: III, p. 44  RISM B/I : 1572-08*=B-0038*          
 
ID: 7219      Segnalazioni (errori nella scheda, suggerimenti bibliografici ecc.)


LEGENDA  
[] Integrazioni a cura del Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna   * Dopo il numero di repertorio indica una discrepanza tra la consistenza indicata e quella effettiva
{} Integrazioni tratte dalle schede manoscritte di G. Gaspari   _ carattere utilizzato per trascrivere i segni di abbreviazione

Teoria musicale Musica vocale sacra Musica vocale profana Musica strumentale Libretti

© 2015 Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna