strumento
Flauto dolce bassetto, sec. XVI-XVII
inventario
1830
rif. Catalogo van der Meer
n. 016 (=pp. 33-34)
collocazione
MdM
 
La parte originale risale al secolo XVI-XVII
Marchio: due orecchi di lepre sotto la bocca.
materiali: acero, coniferra, ottone.
Lo strumento subė gravi cambiamenti probabilmente nel XIX secolo. La parte originale comprende una sezione dell'ingresso, la bocca, il foro p e i fori I-VI. Questa parte č ricavata da un pezzo di acero. La bocca e il labium si trovano dietro, sul piano del foro p. L'ingresso con il blocco ha un taglio trasversale piano all'estremitā superiore. In origine c'era una capsula in forma di tronco di cono che fu sostituita con una di legno di conifera, che imita la forma della capsula barocca in forma di calotta con una ghiera d'ottone sul bordo inferiore, e con un'apertura in cima per far entrare un esse d'ottone, ora mancante. Il blocco molto grezzo di conifera non č originale. Inspiegabile č un secondo foro per il pollice sul retro tra i fori III e IV, in nessun caso originale. Un'altra aggiunta č un anello di supporto di ottone in un occhiello verso l'estremitā inferiore della parte originale.
In occasione della trasformazione fu tolta la parte inferiore del tubo con la chiave per il mignolo. L'estremitā inferiore della parte rimanente fu modellata come tenone. Fu aggiunto un pezzo inferiore di legno di conifera, con una mortasa e una ghiera d'ottone all'estremitā superiore. Il nuovo pezzo porta quattro chiavi d'ottone, dall'alto in basso:
1. una chiave chiusa per il mignolo destro; piattino rettangolare e piatto, con guarnizione di cuoio incollata al piattino, il quale č ribadito alla leva; la molla d'ottone č ribadita alla paletta ricurvata; supporto in un rigonfiamento del tubo;
2. una chiave aperta per il mignolo destro; piattino rettangolare e piatto, con guarnizione di cuoio incollata al piattino; la molla d'ottone č ribadita alla paletta ovale; il supporto della leva in un rigonfiamento del tubo, quello del piattino in blocchetti ricavati dal legno;
3. una chiave chiusa per il mignolo sinistro; piattino rettangolare e piatto, con guarnizione di cuoio incollata al piattino, il quale č ribadito alla leva; la molla d'ottone č ribadita alla paletta ricurvata; supporto in un rigonfiamento del tubo;
4. una chiave aperta per il mignolo sinistro; piattino rettangolare e piatto, con guarnizione di cuoio incollata al piattino; la molla d'ottone č ribadita alla paletta ricurva; il supporto della leva in un rigonfiamento del tubo; quello del piattino in blocchetti ricavati dal legno, due blocchetti di questo tipo servono per guidare la leva. 
Misure approssimative delle parti originali: lunghezza senza il tenone inferiore 602; bocca larghezza 11,7, altezza circa 7,2 (lo spigolo č danneggiato); lunghezza del labium circa 21; distanza tra il bordo superiore della bocca e p 225, I 252, II 294, III 335, IV 415, V 463, VI 502; diametro esterno alla bocca 47, sotto VI 39,5; diametro della cameratura nel tenone inferiore 34,1; diametro p 6,8, I 8,1, II 8,1, III 7,7, IV 8,7, V 8, VI 7,2.
Fondamentale in origine: con la parte adesso mancante, con la chiave per il mignolo, intorno a Fa2.
Chiavi aggiunte: dall'alto in basso probabilmente per Fa2, Fa#2, Mib2 e Mi2. 
 

   ID: 170      Segnalazioni (errori nella scheda, suggerimenti bibliografici ecc.)     



© 2022 Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna